Giacinto

[ Francesco De Gregori, Il Signor Hood ]

Lui c’è da sempre, a quanto mi ricordo.
Ho in mente una foto: lui e la Bonino giovani, imbavagliati e vestiti di enormi cartelli, per protestare contro la poca visibilità data alle loro battaglie. Lui che regala un panetto di hashish a Alda D’Eusanio. Lui che fa l’ennesimo sciopero della fame, per portare l’attenzione dell’opinione pubblica su un tema importante.
Il gusto per la provocazione situazionista; la coerenza nel portare avanti battaglie civili; il coraggio di non temere di essere controcorrente: questo è quello che fa di Pannella il grande politico che è. Una rara eccezione fra i burocrati di partito che ci troviamo intervistati dal telegiornale
Ricordo lo sconcerto con il quale presi nel 94 il suo appoggio a Berlusconi: incomprensibile, mi sembrava; in realtà coerente con il liber(al)ismo estremo di cui i Radicali sono portatori. Ed è importante sottolineare, evidenziandosi ben presto che quello che avevano appoggiato non era il paladino di nessuna libertà, l’interruzione di questa alleanza tutto sommato sbagliata: sono rimasti solo i Capezzoni a fare carriera nel partito del padrone.
Pannella è così: a lui si devono battaglie fondamentali per la libertà (il divorzio, l’aborto, l’istituto referendario in generale) e grandi cazzate (chessò: portare in Parlamento Cicciolina o Toni Negri; avere fatto fare carriera a uno come Rutelli…); anticipazioni e intuizioni geniali (Radio Radicale che apre i microfoni in diretta a chiunque).
Ma è importante ricordarlo adesso, appesantito dagli anni e dalle tante sigarette, che ancora lotta per la moratoria contro la pena di morte e fa lo sciopero della fame per protestare contro la minacciata pena di morte per Tareq Aziz. Un po’ Gandhi, un po’ San Francesco, un po’ Savonarola, come lo ha definito recentemente Giuliano Ferrara: una delle poche voci che osa contrastare la pena di morte a Saddam Hussein. Fa un po’ il lavoro che, se fosse un po’ più coerente, dovrebbe fare il Papa.
Lunga vita, Signor Hood.

Annunci



    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: