Un gesto esecrabile

13.12.2009, ore 19 circa

Un oggetto metallico o di pietra ha colpito Berlusconi in pieno viso, mentre circondato dalla folla stringeva mani e firmava autografi. Le immagini ce lo mostrano sanguinante e, per una volta, smarrito, confuso.

Un gesto da condannare fermamente, in modo assoluto (mi sembra che tutte le reazioni politiche lo facciano, a parte una stupida chiosa di Di Pietro: “Ma Berlusconi è un provocatore”).

È lecito criticare, anche aspramente; ma la violenza è stupida. Sempre. Anche se rivolta contro Berlusconi.

Berlusconi va battuto (e da quasi vent’anni spero avvenga al più presto) sullo stesso terreno sul quale vince: quello politico e istituzionale. Ogni altro atto è, comunque, una sconfitta.

Annunci

  1. superciuk2008

    Bravo Gatto

  2. No, non sono bravo, ho scritto una cosa scontata e che, spero, sia condivisa dai più.
    Adesso bravi devono essere quelli dall’altra parte: quelli che, immagino già, domani accuseranno chi in questi anni ha criticato politicamente Berlusconi di essere i mandanti, di aver creato un clima di violenza etc.
    Ecco, mi aspetterei un po’ di equilibrio da tutti.
    Per ora è emerso che l’uomo arrestato non ha alcun contatto con gruppi politici estremistici ed era in cura per problemi mentali.
    Ecco, siate bravi voi dall’altra parte, per favore.

  3. gadilu

    A quanto si sa dell’attentatore non si è trattato di un attacco politico. Berlusconi è semplicemente onnipresente, al centro dell’attenzione da anni e quindi “attira”. Di gente che lo vorrebbe menare ce n’è moltissima in giro. Ma ripeto: la lettura politica dell’accadimento mi pare fuori luogo.

  4. gadilu

    Guarda come sono bravi:

    “I seminatori di odio fanno scuola” Così il portavoce del Pdl Daniele Capezzone commenta l’aggressione subita dal premier al termine del comizio per il tesseramento. “Ho purtroppo assistito allibito, come tanti cittadini, all’indegna aggressione subita dal presidente Berlusconi. Quanti, dai giornali, nella politica e dalle tv, hanno per mesi diffuso livore e negatività contro il premier – dice Capezzone – dovrebbero interrogarsi sulle conseguenze delle loro parole e del loro incitamento a fare di Berlusconi il bersaglio di violenze come quella di stasera. In tanti dovrebbero vergognarsi e scusarsi con Berlusconi e con gli italiani”.

  5. Ecco, te pareva…
    Saremmo teoricamente in grado di scrivere noi tutti i commenti di domani sui giornali: Gasparri, Cicchitto, Bondi…
    Questo che hai citato tu di Capezzone è particolarmente vergognoso: è lui che dovrebbe scusarsi, e vergognarsi di usare questo episodio (ma sarà, entro domani, in ottima compagnia) per biechi motivi politici. Sciacalli.
    La stupidità della dichiarazione di Di Pietro è quasi pari a questa di Capezzone, per quanto mi riguarda.

  6. Registro con sollievo che Berlusconi “sta bene” (nonostante la prognosi di 20 giorni).
    Tra le cose negative, invece, registro che su Facebook (che non frequento, ma ne ho letto sui giornali) e su Twitter si sono già scatenati gruppi di solidarietà e santificazione per l’aggressore: imbecilli.
    Altra cosa negativa sono le dichiarazioni di Berlusconi. Cito dal Corriere:

    Poi il premier ha ricevuto la visita di diversi amici e esponenti politici e a loro ha detto di essere «amareggiato» per «questa campagna di odio nei miei confronti». «Questo – ha spiegato – è il frutto di chi ha voluto seminare zizzania. Quasi me l’aspettavo…». Berlusconi a tutti ha ripetuto di essere stato nei giorni scorsi nel mirino di una campagna di veleni. «Tutti dovrebbero capire che non è possibile oltraggiare un presidente del Consiglio, questa è la difesa delle istituzioni». Al di là dell’amarezza, il Cavaliere ha sottolineato di non voler minimamente farsi impressionare dall’episodio. «Sono ancora qui e non mi fermeranno»

    Ecco, siamo nello stesso territorio delle dichiarazioni di Capezzone. L’unico elemento a discolpa del premier è lo stato di choc e prostrazione che l’evento deve avergli causato: e ripeto, la mia solidarietà massima all’uomo ferito, nel corpo e sicuramente anche nel morale.
    Ma qui mi fermo: le dichiarazioni di Berlusconi sono evidentemente fuori luogo e poco sagge. Forse qui avrebbe potuto dimostrare una maggiore statura politica. Non lo ha fatto, dimostrando, appunto, di non essere una grande figura politica. Non mi aspettavo di meglio, ma un po’ ci speravo, almeno.

  7. Tra le dichiarazioni sciacallesche registro anche quella di un utente che si firma “teresa”, che cito da uno dei tanti blog. Ecco, se avevamo bisogno di un vero e proprio concentrato di tutte le dichiarazioni di domani, eccolo qui:

    ecco, questi sono i frutti di una campagna d’odio senza precedenti contro una persona, un partito ed un governo. Adesso tutti si affrettano a dire che è un povero pazzo isolato,come l’altro che gli aveva tirato il treppiede.Però:
    – i pazzi colpiscono a caso in base all’impulso del momento, non vanno ad una manifestazione, si procurano un oggetto, si avvicinano e lanciano prendendo la mira
    – se è davvero in cura da 10 anni e questi sono i risultati forse è il caso di rivedere la legge 180 o di licenziare gli psichiatri che lo curano. Per fortuna si è limitato a lanciare un oggetto e se l’avesse pugnalato? Altri dibattiti e sottili distinguo ?
    Io che ho vissuto gli anni ‘70 e , a differerenza di quel residuato bellico di Capanna, non penso che fossero “formidabili” anzi tutt’altro, sono mesi che ripeto che il clima che si respira è pericolosamente simile. Simile,ma non uguale per fortuna. Si distinguono in negativo 2 fatti:
    – il solito becero commento del sig. Di Pietro. Un giorno o l’altro qualcuno ci spiegherà come ha fatto a laurearsi ed entrare in magistratura un soggetto così
    – il fatto è successo circa 1 ora fa e già c’è un gruppo su Facebook con 9000 iscritti che inneggiano all’aggressore.
    Sono certa che anche localmente molti, anche blogger, sono tutt’altro che dispiaciuti. Bisogna vigilare e stare attenti, anche le forze dell’ordine devono essere allertate e darsi da fare…altro che isola felice..

  8. Ecco, le dichiarazioni di domani saranno circa tutte sul tenore delle dichiarazioni sopra. Sono già stomacato così, figuriamoci domani…

  9. gadilu

    Eh, certo. Un vero e proprio “concentrato”. Hai detto bene.

  10. Secondo te, Gabriele, a chi voleva alludere con le frasi finali?

    Sono certa che anche localmente molti, anche blogger, sono tutt’altro che dispiaciuti. Bisogna vigilare e stare attenti, anche le forze dell’ordine devono essere allertate e darsi da fare…altro che isola felice..

  11. gadilu

    Non so. Io, in effetti, non sono “dispiaciuto”. La vita (e la morte) di Berlusconi mi sono del tutto indifferenti. E se qualcuno lo colpisce provo esattamente la stessa cosa che proverei alla notizia che è stato colpito x o y. A voler essere cinici, potrei dire che episodi come questo portano acqua al suo mulino. Infatti rendono possibili i commenti che hai appena citato. Un pugno in testa dovrebbero darglielo gli elettori, col voto.

    Ma da dove l’hai presa questa citazione?

  12. Per una volta cito me stesso, e l’augurio che avevo scritto circa un’ora fa:

    Adesso bravi devono essere quelli dall’altra parte: quelli che, immagino già, domani accuseranno chi in questi anni ha criticato politicamente Berlusconi di essere i mandanti, di aver creato un clima di violenza etc.
    Ecco, mi aspetterei un po’ di equilibrio da tutti.

    Ecco, lo ribadisco. Finora, purtroppo, devo constatare di essere stato buon profeta. E a partire da Berlusconi stesso (l’unico, sinceramente, che mi sento di potere giustificare dal punto di vista umano; non da quello politico: avrebbe potuto mostrare una statura politica maggiore, e non l’ha fatto) passando per Capezzone e arrivando agli utenti anonimi dei blog, sono tutti lì a confermare il mio timore.

  13. Io forse sono meno “cinico” di te, e sono molto dispiaciuto, come sarei dispiaciuto se chiunque fosse stato colpito. In più, sono doppiamente dispiaciuto, proprio perché questo gesto violento ha dato la stura a stupidità di diverso tenore, da quella di Di Pietro a quelle di chi sta usando il fattaccio per scopi politici.
    La fonte della citazione è poco rilevante, la cosa che mi interessava era quel commento, così prevedibile, così cieco e sciocco: un vero modello, appunto.

  14. gadilu

    Io sono per esempio molto più dispiaciuto per questo:

    http://roma.repubblica.it/dettaglio/albano-laziale-non-ce-posto-in-ospedale-muore-dopo-tre-giorni-in-barella/1802590

    Mi pare decisamente un episodio molto più grave. Ma stai sicuro che Capezzone non ci fornirà un commento significativo.

  15. Comunque, caro Gabriele, io sono in spasmodica attesa del commento di Giovanardi… 🙂

  16. Potrebbe dichirare qualcosa del genere: “Berlusconi colpito al volto perché alto 1.60”.

  17. Ora che ci penso, nelle dichiarazioni di domani ci potrebbe anche essere qualcuno che accusi Fini di avere scatenato questa violenza: nelle famigerate parole “rubate” alla conferenza, diceva, tra l’altro: “Io glie l’ho detto, stai attento, all’ultimo re gli hanno tagliato la testa…”. Ecco, se non è istigazione questa!

  18. Beh, poteva esimersi il mitico, il criptico, l’insuperabile?

    Ho scritto qualche giorno fa che uno psicopatico trinariciuto si trova sempre per chiudere la bocca a chi non segue l’Ortodossia. Non mi sbagliavo e la campagna di odio in corso in questi anni in Italia ha i frutti che merita. Chi fa della violenza una parte essenziale del proprio credo politico, come strumento di realizzazione di un progetto di governo, non può ora nascondersi dietro a distinguo, condanne, scuse. E lo stesso devono fare i finti amici del Premier, gli alleati meno fedeli, il suo stesso partito, ora ridotto a ricettacolo di violente risse verbali ed odio feroce.

    Mi scompiscio io, stavolta…

  19. Mi raccomando, nelle dichiarazioni di domani deve trovare grande rilievo la dichiarazione del padre dell’aggressore: in casa votano PD, e prima votavano Craxi.
    Un po’ come quelli (come Giovanardi) che pensano che se ti fai le canne, poi passi per forza alla roba pesante: cominci a votare socialista, e poi ti ritrovi con la P38 in mano. Automatico!

  20. Ricetta per ottenere tutte le dichiarazioni di domani:

    – inserire nel discorso almeno 5 delle seguenti espressioni: spirale di violenza – clima di scontro – atmosfera arroventata – mancanza di rispetto istituzionale – gesto inqualificabile – terrorismo – demonizzazione dell’avversario – limite accettabile del contrasto politico – confronto civile – alzare la guardia – tolelranza zero – clima più sereno – coesione sociale – concordia delle istituzioni – …

    – usare a piene mani vebi come: stigmatizzare, auspicare, ricondurre, rispettare, riflettere, condannare, …

    – se intervistati, assumere un contegno grave, da grandi occasioni; per gli uomini, completo grigio con cravatta non troppo vistosa; per le donne, evitare tacchi oltre i 7 cm.

    – fare, se necessario, riferimento agli “anni di piombo”, mostrando il fallimento della violenza; approfittare anche del recente quarantesimo anniversario di Piazza Fontana

    – dare altrettanta importanza alle dichiarazioni di voto del padre dell’attentatore (“votiamo PD”)

    – cercare i colpevoli del gesto soprattutto nella cultura televisiva: vanno bene ovviamente Santoro, Dandini, Lerner, Fazio; ma non dimenticare anche Dario Fo, Luttazzi, il film su “Prima linea”, la Repubblica, il Fatto quotidiano, Travaglio e Gomez (non Magda)

    – dare molto, MOOOLTO risalto agli imbecilli che vivono in Facebook

    – istituire, se possibile qualche collegamento con il terrorismo internazionale, meglio se di matrice islamica

    – citare l’uscita di prigione, tra qualche giorno, di Ali Agca

    – chiedere a gran voce un referendum simile a quello svizzero sui minareti

    – per nulla al mondo fare paralleli con l’attentato a Togliatti, né ironizzare sulla necessità, d’ora in poi, di una sorta di papa-mobile (né, tantomeno, spingersi a chiamarla “papi-mobile”…)

    Per ora passo e chiudo, domani sarà un giorno lungo e terribile, penso che non leggerò né giornali né siti: ci tengo al fegato.

  21. gadilu

    Papi-mobile è buona. Resta il fatto: nonostante il grande amore della gente e il consenso popolare, se Berlusconi decidesse di fare una passeggiatina da solo, senza scorta, dopo cinquanta metri gli avrebbero fracassato sulla testa di tutto. Ma si sa, è il clima di violenza bla bla bla.

  22. Come volevasi dimostrare

    Non c’è neanche bisogno di mettersi all’opera. Ecco un comodo raccoglitore di stupidaggini preparato apposta per dimostrare quanto si diceva:

    http://www.failla.it/?p=2222

  23. In questi momenti i comprimari danno il meglio di sé, fornendo una sorta di “voce media”, un concentrato triplo di tutto quello che altri dicono. Leggete questa dichiarazione di Quagliarello e siete a posto per una settimana:

    Se ci sono giornali-partito che mandano in stampa numeri monografici infarciti di menzogne; se ci sono trasmissioni televisive che mettono in scena processi mediatici in prima serata; se c’e’ addirittura chi come Di Pietro in un momento del genere giunge ad additare Berlusconi come l’istigatore, c’e’ poco da stupirsi e anzi c’e’ da ringraziare che non sia accaduto di peggio. Per mesi abbiamo segnalato inascoltati a quale deriva si stesse andando incontro: nessuno ha voluto prendere le distanze da tutto questo, e addirittura si sono immaginate ’union sacre’ in nome dell’antiberlusconismo. Le responsabilita’ sono chiare, e non basteranno ipocrite parole di solidarieta’ a posteriori a farle venire meno. Il corpo elettorale, al momento opportuno sapra’ giudicare

  24. Superciuk

    Limitarsi a dire
    di essere contro la violenza sarebbe bel gesto. Peccato vedere tanto liquame

  25. Gattomur, il testo dell’articolo lo condivido e lo apprezzo anche per l’equilibrio.
    Stai però attento a citare interventi presi da altri blog,perchè magari qualcuno ti denuncia o querela….
    🙂

  26. Caro Paddo: c’è chi, dalle parti che una volta frequentavi con piacere, minaccia querela ogni piè sospinto. E lo fa sul nulla, e dovrebbe vergognarsi anche solo di farlo (ma pare che la vergogna sia un sentimento sconosciuto). Ogni tanto poi trasformano queste minacce in mail “urbi et orbi” per le quali meriterebbero di venire loro querelati, o lettere a persone che non c’entrano nulla con le polemiche sul blog, ma che possono creare problemi reali ad avversari virtuali ai quali, per la loro pochezza linguistica e intellettiva, non sono in grado di fare fronte con le parole.
    Tutto qui: io mi muovo nella più piena legalità, ne sono consapevole e rido di chi sbraita minacce ridicole.




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: