Voto di scambio

[Il ministro Alfano, in una delle espressioni più intelligenti che possa vantare]

Ormai è chiaro: le gerarchie della Chiesa hanno fatto un grande favore ai recenti vincitori della tornata elettorale; e i favori si ripagano.

Già preventivamente, una settimana fa, Berlusconi aveva salutato le parole della lettera del papa sulla pedofilia come “del tutto esaustive e chiarificatorie”.
Poi sono arrivati i neo-governatori di Piemonte e Veneto a dichiarare guerra alla pillola RSU486.

E ora Alfano (leggi qui).

Faccio notare che l’accusa di “diffamazione” lanciata dal ministro (sic e sigh!), che manda gli ispettori, nascerebbe da queste parole del Procuratore aggiunto dott. Forno in un’intervista a Il Giornale:

Nei tanti anni in cui ho trattato l’argomento non mi è mai, e sottolineo mai, arrivata una sola denuncia nè da parte dei vescovi nè da parte dei singoli preti. Le indagini sono sempre partite da denunce dei familiari delle vittime che si rivolgono all’autorità giudiziaria dopo che si sono rivolti all’autorità religiosa, e questa non ha fatto assolutamente niente”. […] Si creano legami di difesa, di protezione. E c’è soprattutto la paura dello scandalo.

Ecco, per queste parole, del tutto condivisibili, mi sembra, anche alla luce di quanto sta emergendo, il ministro della Giustizia (sic!) manda gli ispettori. C’è qualcuno che ancora è convinto di vivere in uno Stato normale?

Annunci

  1. Cito:

    «Molti sociologi, molti psichiatri hanno dimostrato che non c’è relazione tra celibato e pedofilia, e invece molti altri hanno dimostrato che c’è una relazione tra omosessualità e pedofilia», ha detto Bertone [segretario di Stato del Vaticano, NdGM].
    fonte: http://www.corriere.it/cronache/10_aprile_13/papa_vittime_abusi_sessuali_incontro_04a68d10-46ea-11df-be6f-00144f02aabe.shtml

    Si attende la dichiarazione di qualche leghista, lo stile potrebbe essere questo: “Sì, ha ragione Bertone, i culattoni sono comunisti, e prima inculano i bambini, poi li mangiano”. Vedrei bene Borghezio come portavoce di questo pensiero. Ma qualsiasi leghista va bene, ovviamente.
    Ma perché le gerarchie ecclesiastiche non tacciono, quando è il momento (adesso) e non parlano invece quando sarebbe il caso di farlo (con gli inquirenti, ad esempio)?




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: