Zanzara

29 settembre 2010

Quando sono entrato nel bagno al primo piano dei Minipolifonici, la zanzara era già lì.

L’ho vista subito, la sua figura, se pur minuscola, spiccava sull’azzurrino delle piastrelle. Non c’è bisogno di dire che il breve intervallo di tempo che ho passato lì è stato necessariamente segnato dalla tensione: voleva aggredirmi, succhiare il mio sangue?

Mentre stavo per uscire ho percepito una sua intenzione bellicosa, con una manata in aria l’ho allontanata, uscendomene sano e salvo. Lei è rimasta lì, confinata in quei pochi metri quadrati, chissà da quanto era lì, chissà quanto ci rimarrà.

Ma le zanzare ce l’hanno una coscienza? Hanno quel poco di libero arbitrio per potere scegliere dove andarsene? O sono mosse solo dall’istinto? Sì, ma quale? Quale istinto, o quale libera scelta, ha portato quella zanzara a stabilirsi in un posto così noioso?

Annunci



    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: