La doppia morale

Nello stesso momento in cui la DIA lancia l’allarme sull’influenza della ‘Ndrangheta sulla vita politica, sociale ed economica in Lombardia e in tutto in Nord produttivo (qui), un dato non certo nuovo e che comunicato in una trasmissione televisiva molto popolare ha fatto tanto infuriare il ministro degli Interni, lo stesso ministro e i più sfegatati sostenitori di questo Governo del non fare si attribuiscono il merito di questa cattura (lo stesso ministro di un governo che taglia i fondi ai commissariati, che non hanno più nemmeno la benzina per le volanti, e cerca di restringere la possibilità di usare le intercettazioni come strumento di lotta alla criminalità).

E lo fanno nello stesso momento in cui sollevano il disastroso e incompetente ministro ai Beni culturali dalla responabilità di un vergognoso crollo avenuto nel sito archeologico di Pompei.

Come dire: se viene arrestato un pericoloso latitante, il merito è principalmente del ministro; ma se crolla qualcosa, non è colpa del ministro ma dei sovrintendenti.

Doppia morale? Miopia? Malafede? Pura imbecillità? Chissà.

E intanto, sul solito “blog” di ultraberlusconiani che ospita tanto umorismo involontario, qualcuno scrive:

Novembre 17th, 2010

Che piaccia o non piaccia… SIAMO ALLA TITTATURA MEDIATICA! E TELEVISIONARIA…

[fonte qui]

Straordinario! Da vent’anni viviamo in una condizione di monopolio televisivo e informativo, ma si grida alla “dittatura mediatica e televisionaria” perché per una volta qualcuno registra ascolti altissimi senza esporre tette e culi o giocando con i plastici delle case nelle quali sono avvenuti efferati delitti, ma parlando dei problemi e delle contraddizioni di un paese dominato dalla pessima gestione di una classe politica inetta. E qualcuno invoca, per questo, anche la privatizzazione della televisione pubblica…

Si ride per non piangere.

Annunci

  1. Non si ride né si piange. Si vomita.

  2. Una volta dicevano: “La mafia non esiste”. Oggi fanno la stessa cosa indignandosi con chi afferma che la mafia interloquisce col potere e che quindi al nord interloquisce con la lega.
    La mafia non esiste…




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: