Chi e quando, nella cosiddetta opposizione, ha salvato più volte il Governo

Le cronache parlamentari riportano, spesso con un certo clamore, gli episodi, non proprio rarissimi, in cui la maggioranza governativa viene battuta in una votazione in Parlamento. E’ successo 100 volte dall’inizio della legislatura, su provvedimenti più o meno importanti.
Di volta in volta i commentatori tendono ad interpretare questi fatti come sintomo di conflitti interni alla maggioranza, o come precisi segnali politici rivolti al Governo da parte di settori determinati. Può darsi.
Mentre non si parla mai, tranne che in casi eccezionali, delle volte in cui la maggioranza, al contrario, “avrebbe potuto essere battuta” e non lo è stata per le troppe defezioni tra gli oppositori. E questa parte della vicenda, sebbene ignota, ha una portata di gran lunga maggiore.

Leggi tutto il rapporto di Openpolis qui.

[Fin qui, questo post è stato smaccatamente copiato da qui]

Inquietante questa affermazione contenuta nel rapporto:

Considerate le votazioni che si sono svolte da inizio della XVI legislatura sino al 20 settembre 2011, alla Camera che Senato, quelle nelle quali la maggioranza è stata “salvata” arrivano al 35% del totale.
Più di un voto su tre.

Al di là di chi sono coloro che più speso hanno “salvato” il Governo (e non stupirà trovare in cima a questa particolare hit parade Bersani e Di Pietro, i due maggiori show-men della cosiddetta opposizione), è interessante vedere quali sono i provvedimenti che sono passati appunto grazie al voto dell’opposizione:

2008 Provvedimento Scarto N. parlamentari
11/06/08 Camera – Legge sul salvataggio Alitalia – L. 111/2008 23 24
17/09/08 Camera – Assestamento di Bilancio 2008 – L. 167/2008 21 31
30/10/08 Senato – Legge per contrasto criminalità organizzata e immigrazione clandestina – L. 186/2008 25 32
04/11/08 Camera – Legge per lo sviluppo e il ritorno dell’Italia al nucleare – L. 99/2009 68 81
06/11/08 Camera – Legge in materia di giochi – L. 184/2008 59 74
13/11/08 Camera – Legge di bilancio 2009 – L. 204/2008 143 149
26/11/08 Senato – Legge sul rilancio dell’agroalimentare – 205/2009 20 20
19/12/08 Camera – Legge finanziaria 2009 – L. 203/2008 99 100
22/12/08 Senato – Legge sul rilancio dell’agroalimentare – 205/2008 37 39
22/12/08 Senato – Legge sui rifiuti in Campania 2008 – 210/2008 46 51
2009 Provvedimento Scarto N. parlamentari
12/02/09 Senato – Legge su risorse idriche e ambiente – L. 13/2009 39 45
12/02/09 Camera – Riforma Brunetta della pubblica amministrazione – L. 15/2009 92 94
06/04/09 Camera – Seconda Legge anti-crisi – incentivi industria e quote latte – L. 33/2009 54 75
29/04/09 Camera – Legge sullo sviluppo 2009 – L. 69/2010 49 56
21/05/09 Senato – Legge sul terremoto in Abruzzo – L. 77/2009 45 51
26/05/09 Senato – Legge sullo sviluppo 2009 – L. 69/2009 40 42
23/06/09 Camera – Legge sul terremoto in Abruzzo – L. 77/2009 35 40
30/07/09 Camera – Rendiconto generale dello Stato 2008 – L. 120/2009 47 72
30/07/09 Camera – Assestamento di Bilancio 2009 – L. 121/2009 50 83
23/09/09 Senato – Legge sullo scudo fiscale – L. 141/2009 118 120
02/10/09 Camera – Legge sullo scudo fiscale – L. 141/2009 20 30
18/11/09 Senato – Legge salva precari della scuola – L. 167/2009 17 19
2010 Provvedimento Scarto N. parlamentari
09/02/10 Senato – Legge su Protezione Civile, rifiuti Campania, terremoto l’Aquila – L. 26/2010 13 14
24/02/10 Camera – Legge Milleproroghe 2010 – L. 25/2011 37 43
25/02/10 Senato – Legge Milleproroghe 2010 – L. 25/2011 31 34
16/03/10 Camera – Riduzione delle spese di enti locali e regioni – L. 42/2010 35 37
06/05/10 Senato – Riforma del codice della strada – L. 120/2010 13 19
12/05/10 Senato – Legge comunitaria 2009 – L. 96/2010 22 28
26/05/10 Senato – Sospensione delle demolizioni in Campania 22 24
16/06/10 Senato – Legge sulla immunità di Stati esteri e elezioni italiani all’estero – L. 98/2010 34 44
23/06/10 Camera – Legge Bondi sulle fondazioni culturali – L. 100/2010 48 53
20/07/10 Camera – Rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato 2009 – L. 157/2010 26 41
20/07/10 Camera – Assestamento di Bilancio 2010 – L. 158/2010 23 41
22/07/10 Senato – Legge per assicurare il servizio pubblico di trasporto marittimo – L. 127/2010 54 56
2011 Provvedimento Scarto N. parlamentari
02/02/11 Senato – Legge comunitaria 2010 17 23
17/02/11 Camera – Disposizioni sulla inapplicabilità del giudizio abbreviato ai delitti puniti con l’ergastolo 47 49
25/02/11 Camera – Legge Milleproroghe 2011 – L. 10/2011 23 24
18/05/11 Senato – Legge sulle Assemblee societarie – L. 73/2011 6 16
25/05/11 Senato – Nuove norme per la rappresentanza degli italiani all’estero 20 32
28/06/11 Senato – Disposizioni per la codificazione in materia di pubblica amministrazione 13 17
14/07/11 Camera – Legge sul rimpatrio degli irregolari e allungamento della detenzione nei CIE – L. 129/2011 16 36
14/09/11 Senato – Rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato 2010 16 18
14/09/11 Senato – Assestamento di Bilancio 2011 16 21

Ancora qualche dubbio sul perché questo tanto tentennante Governo non cada mai?

Me l’immagino, questi solerti salvatori: lì a ripetersi, mentre mettono il ditino al posto giusto “È uno sporco lavoro: ma qualcuno deve pur farlo, no?”.

Annunci

  1. 1 Crosetto fa rima con poveretto « GattoMur's Weblog

    […] Ha votato, ovviamente, le varie fiducie al Governo, il processo breve, il conflitto di attribuzione sul caso Ruby, il Lodo Alfano… Una curiosità: nella votazione Legge anti-fannulloni – L. 15/2009 era “in missione”. (Detto per inciso: come potrete notare se aprite il link alla votazione di quella legge, in quell’occasione furono numerosi i voti “salva-maggioranza” da parte di esponenti della cosiddetta opposizione; tra cui Bersani, Di Pietro, Veltroni… Per una trattazione più ampia della questione, si veda qui). […]

  2. 2 Finalmente! « GattoMur's Weblog

    […] Era abbastanza evidente fin qui, no? Eppure ancora non c’ero arrivato con tanta chiarezza. Abbiamo avuto per quasi vent’anni anni un presidente del consiglio piduista. Molte delle misure attuate in queasi 20 anni non sono che la realizzazione di altrettanti punti del cosiddetto “Piano di rinascita democratica” (qui). Qualche anno fa, se ricordo bene, lo stesso Licio Gelli, in una intervista, fece notare le somiglianze. E in questo ventennio, i governi “di sinistra” non hanno mostrato troppa differenza nelle misure intraprese rispetto alla supposta parte opposta. Nello specifico, nella lenta agonia del penultimo governo, l’opposizione non c’è proprio stata (vedi, tra l’altro, qui). […]




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: