Una facile allegoria

Lorenzo Lippi, Allegoria della Simulazione (1642)

Leggo una notiziola curiosa: la Corte di Cassazione ha assolto un uomo finito sotto processo per il reato di ingiurie, per avere dato del “cafone” a un automobilista che aveva ostruito il passaggio.

“Secondo la Suprema Corte, “l’ingiuria” se “provocata da fatto ingiusto” merita tutte le attenuanti possibili senza escludere l’assoluzione”, si legge in un articolo di Repubblica. Che continua:

Come ricostruisce la sentenza 36883 della Quinta sezione penale, Riccardo L., vedendosi il transito impedito dall’auto di Danilo R., aveva cercato in un primo tempo di risolvere la cosa con le buone maniere ma di tutta risposta aveva ricevuto dei gestacci che avevano contribuito ad “acuire la tensione”. Da qui l’espressione “cafone” rivolta al “cattivo” parcheggio. La vicenda è finita in un’aula di giustizia. Se il giudice di pace di Cagliari, nel gennaio 2010, aveva condannato Riccardo L. per ingiuria, in secondo grado il Tribunale della stessa città, nel maggio scorso, lo aveva assolto, applicando l’esimente della provocazione.

La Corte di Cassazione afferma che occorre “considerare che l’ingiuria, come risulta in modo inconfutabile dalla sentenza impugnata mediante richiamo al contenuto della trascrizione delle telefonate al ‘117’, era stata provocata dal fatto ingiusto della parte offesa che, con il proprio veicolo, aveva bloccato il passaggio di quello di Riccardo L.”.

E, come giusta conclusione, l’automobilista dovrà pagare anche mille euro alla Cassa delle ammende.

O miei cari tre lettori fedeli: ormai vi è chiaro dove voglia arrivare. In questa piccola storiella non posso fare a meno di vedere un’allegoria del rapporto tra i cittadini e la classe dirigente del nostro Paese, di noi quotidianamente fatti atto di segni di arroganza e tracotanza. Che altrocché “cafoni” andrebbero definiti, questi qui: di più, di più, cominciamo a compulsare vocabolari, lessici specifici, sfoderiamo gli epiteti che più si meritano.

Qualsiasi nostra eventuale ingiuria è provocata dalle condotte ingiuste che la classe dirigente quotidianamente si permette.

E speriamo che anche loro, alla fine, si trovino a dovere pagare.




    Lascia un commento

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: