Volemose bene (piccolo esercizio di logica holzmanniana)

L'”onorevole” giorgio Holzmann si è prodotto nei giorni scorsi in alcune dichiarazioni a dir poco imbarazzanti (di cui ho dato conto qui).

Vorrei provare a mettere alla prova della logica queste incredibili dichiarazioni. Le fonti sono dichiarate nel post precedente e sopra linkato; quindi per non appesantire il testo eviterò di ripeterle.

Dunque, per prima cosa

Holzmann chiede un riconoscimento per i «ragazzi di Salò, morti per un comando, perché arruolati, o per un ideale»

Non pago di quelle dichiarazioni, aggiunge:

«Non partecipo alle tappe che glorificano i partigiani. Anche da parte loro vennero commesse atrocità e non accetto che i morti vengano divisi in buoni e cattivi . Morirono anche tanti ragazzi di Salò»

Tutto chiaro, no?

Bene. Allora, tra le tante disponibili in Rete, scelgo due immagini che possono essere significative.

La prima:

[fonte qui]

mostra soldati nazisti che a Sant’Anna di Stazzema (Lucca) fucilano civili italiani. Chissà – diremmo con una stringente logica holzmanniana – saranno stati partigiani, che avranno compiuto a loro volta atrocità. O magari li hanno aiutati a farlo!

Ma vediamone un’altra:

[fonte qui]

Questo, guarda, come minimo era un partigiano! Anche lui, un vero crudele, un autore di atrocità! Era a Farneta (Modena), nel 1944.

Ma la logica holzmanniana ci direbbe, forse, soprattutto questo: oggi non dobbiamo distinguere i morti. Quei civili di S. Anna, quell’uomo a Farneta. Sono morti, sì: ma sono morti anche quei soldati che hanno premuto il grilletto. Magari uccisi in una imboscata dei partigiani, appunto. E noi dovremmo ricordare anche loro.

Soprattutto – ci viene ad ammonire la stringente logica holzmanniana – quei soldati stavano sparando perché credevano a un ideale. E perché arruolati. E perché glie l’hanno comandato, di sparare.

Ecco. Questo è quello che ci viene a suggerire la logica holzmanniana, modellata sulle frasi sopra citate, riportate dal quotidiano Alto Adige e che non mi risultano essere state smentite.

Mi dà da pensare: Giorgio Holzmann da qualche anno si propone, in provincia di Bolzano, come massimo esponente di cosiddetti “moderati” della destra italiana. Chissà i non moderati!


  1. 1 Oh, fortunata civitas! « GattoMur's Weblog

    […] perché molto recentemente, in occasione del 25 aprile di quest’anno (ne avevo scritto qui e qui), il deputato aveva rilasciato alcune dichiarazioni riguardanti la sua partecipazone alle cerimonie […]




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: