L’ipocrisia al potere. Ovvero: ma Giorgio Holzmann se le ricorda le cose che ha detto e fatto, prima di dirne e farne delle altre?

Eh, sì: sono in crisi di creatività. Mi tocca di nuovo parlare di Giorgio Holzmann…

Che dichiara:

E’ impossibile pensare che dobbiamo fare pulizia interna senza se e senza ma, tradotto: fuori le veline, i corrotti, gli inquisiti per reati infamanti collegati alla mafia, i parenti e gli amici che siedono in parlamento solo perché sono amici e parenti del potente di turno?

[fonte qui]

Peccato, davvero peccato che gli atti parlamentari del suddetto, nei mesi scorsi, siano andati in direzione opposta. Ma non solo: anche le sue dichiarazioni all’unico mezzo d’informazione che se lo calcola.

Già. Perché all’Alto Adige del 22 dicembre 2011 dichiarava… Anzi, scusate: non è nemmeno una dichiarazione al giornale, è semplicemente la ripresa da parte del quotidiano di qualcosa di scritto da questo vero e proprio genio della politica sul proprio profilo di Facebook (dove, appunto, può scrivere ciò che gli pare):

Io c’ero, peccato invece che mancassero, tra gli altri, la collega Michaela Biancofiore e gli ex ministri Frattini e Carfagna. Soprattutto dagli ex componenti del governo ci si sarebbe aspettati un po’ più di solidarietà

Di cosa stava parlando? Dove diceva di essere stato, lui sì e gli altri no? Ne avevo scritto qui:  alla votazione alla Camera che con 286 sì contro 260 no ha autorizzato l’uso a fini investigativi delle intercettazioni riguardanti l’ex ministro Saverio Romano. Come ha votato? Non si sa, lo scrutinio era segreto. Ma dalle sue parole sembrano non esserci dubbi…

Non so se è chiaro: c’è uno, che è stato ministro, che è accusato di corruzione aggravata dal concorso in associazione mafiosa. E lui, Giorgio Holzmann, quello che oggi dice “fuori le veline, i corrotti, gli inquisiti per reati infamanti collegati alla mafia”; proprio lui, qualche mese fa, si vanta di essere stato presente alla votazione “per spirito di solidarietà”.

Ma non basta: non mi stancherò mai di ripetere che Giorgio Holzmann è tra i 314 (trecentoquattordici!) deputati che il 5 aprile 2011 hanno fatto passare alla Camera il conflitto di attribuzione sul “caso Ruby”. Cioè è uno dei 314 deputati di una repubblica democratica “avanzata” che, implicitamente, hanno affermato che Berlusconi ha telefonato alla Questura perché davvero credeva che la ragazza fosse la nipote di Mubarak, e quindi voleva evitare una crisi diplomatica fra Italia ed Egitto (fonte qui). E che oggi, appunto, tuona “fuori le veline, i corrotti, gli inquisiti per reati infamanti collegati alla mafia, i parenti e gli amici che siedono in parlamento solo perché sono amici e parenti del potente di turno”.

Ma bastasse questo. Lo stesso Giorgio Holzmann (che però, a questo punto, temo abbia numerosi omonimi) è quello che, pochi giorni dopo avere dichiarato che «la gente non capirebbe un governo tecnico, piuttosto meglio andare al voto», votò la fiducia al governo Monti mostrando tutto il suo entusiasmo e dichiarando:

Devo dire che la proposta Monti non mi dispiace anche perché è tecnica ma con un forte ruolo della politica alle spalle se solo si pensa che Pdl e Lega al Senato hanno una forte maggioranza. Per quel che mi riguarda voterò la fiducia.

[Le fonti delle due precedenti dichiarazioni si trovano qui]

Ed è sempre (a meno di equivoci) lo stesso che oggi afferma che occorre “togliere la fiducia al governo Monti per tornare a parlare tra la gente di cose concrete”.

D’accordo che la mente umana è complessa e talvolta contraddittoria: ma qui mi pare che si esageri!


  1. Holzmann, dice l’Alto Adige di oggi (http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2012/05/26/news/pdl-holzmann-ci-riprova-ripartiamo-da-zero-1.5160591), vuole “ripartire da zero”. AHAHAHA! Il titolo migliore sarebbe stato: Quando la nave affonda, i topi scappano.

  2. Fantastico! Ormai siamo quasi al gran finale con torte in faccia e sediate sulla testa.
    Enrico Lillo (dei guelfi biancofiorai) dichiara:

    Se Holzmann è sempre più “grillino” io sono sempre più “alfanino” e se Holzmann è sempre più vicino ai populisti del “no su tutto a prescindere” io sono sempre più convinto che se il Pdl vorrà volare alto dovrà liberarsi di questa zavorra che ha aderito al partito solo per puro spirito opportunistico legato ad interessi personali [..] Qualcuno si ricorda ancora il girovagare della Tomada e di Ponte da un partito all’altro? E, quando mai Holzmann avrebbe messo piede in Parlamento se non ci fosse stato Berlusconi? Però, ora che il partito è in difficoltà, alla “schettino maniera” si salta sulla prima scialuppa disponibile e ci si mette in salvo. Qual è l’aggettivo giusto in questi casi? Lascio ai lettori la scelta tra i tanti disponibili! Detto questo, sono felice che finalmente le varie maschere stanno venendo giù e si comincia a capire chiaramente chi è sempre stato coerente con le proprie azioni e chi invece ha sempre e soltanto approfittato della popolarità del Presidente Berlusconi per raggiungere determinate posizioni. Finalmente anche i più ciechi potranno vedere e capire perché il Pdl altoatesino si trova nelle condizioni in cui è. Finalmente gli elettori di centrodestra si renderanno conto di chi è la colpa di tutti i mali che in questi anni ci hanno ridotto a posizioni marginali. Finalmente i più scettici potranno valutare chi ha veramente tentato e lo sta facendo ancora, di costruire il vero Pdl e chi invece ha sempre cercato di mantenere e consolidare la posizione personale. Quindi se Holzmann e il suo seguito, ricominceranno da zero nel segno suo e della Meloni, io non ho nessun dubbio nel ricominciare coerentemente da zero, ma nel segno di Alfano e di tutte quelle persone che in Italia in questi giorni stanno incoraggiando il segretario nazionale a fare quei passi coraggiosi che occorrono per ripartire e per fare pulizia all’interno del partito. Il tutto supportato da un programma serio che rilanci l’azione politica rispetto a quella del populismo, che dia spazio ai giovani e ai meritevoli per creare una nuova classe dirigente.

    fonte qui: http://ricerca.gelocal.it/altoadige/archivio/altoadige/2012/05/28/NZ_03_04.html?ref=search
    Gli risponde con una nota (oggi sull’Alto Adige) il co-co-co-coordinatore Alberto Sigismondi, dei guelfi ex-neri:

    Non avrei voluto replicare alle esternazioni dell’iscritto Lillo,visto che il commissario Fitto è stato molto chiaro rispetto alla disciplina di partito, ma nel mio ruolo di coordinatore regionale mi vedo costretto a farlo per tutelare l’onorabilità del partito. Ci tengo solo a precisare che la manifestazione organizzata sabato scorso è stata del tutto spontaneamente auto-convocata dagli iscritti (ricordo che erano presenti più di 100 persone), auto-finanziata ed auto-gestita. E’ stata un’iniziativa organizzata nel solco del programma espresso dall’ex ministro Giorgia Meloni, tuttora aderente al Pdl. Analoghe iniziative del Pdl si sono svolte in tantissime piazze italiane, senza sollevare alcuno scandalo, anzi (come è successo anche qui) dando la parola agli iscritti e militanti ed ascoltandoli con attenzione, nella certezza che il contatto con la base sia vitale per qualunque movimento. Spiace inoltre rilevare che l’iscritto Lillo ritenga più utile dedicare il suo tempo a denigrare i colleghi di partito , che a svolgere il suo compito di consigliere eletto con proposte ed iniziative. Contatterò quanto prima l’on. Fitto e la commissione probiviri, per esercitare il ruolo che mi compete.

    fonte qui: http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2012/05/29/news/guerriglia-pdl-sigsmondi-deferisce-lillo-ai-probiviri-1.5175557
    Bene bene bene: ci sarà di che divertirsi, a breve. Continuate così, ragazzi, siete fantastici!

  3. gadilu

    Ma perché non s’ammazzano?




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: