Nazi Punks Fuck Off

Vorrei cominciare con una breve citazione:

[…] ciascun cittadino è libero di esprimere le proprie valutazioni ed opinioni politiche in ciascun ambito della propria vita di relazione;
per alcune categorie di dipendenti pubblici tale diritto dovrebbe contemperarsi con la delicatezza di particolari funzioni svolte, ad esempio magistrati e insegnanti […]

Lo ha scritto un deputato della nostra Repubblica in una memorabile interrogazione parlamentare (fonte qui).

Lo stesso deputato però, poco più di un anno dopo, non si fa remore a essere il primo co-firmatario di una interrogazione della parlamentare Giorgia Meloni al ministro degli esteri, questa.

Evidentemente per quel deputato la “delicatezza di particolari funzioni svolte” riguarda, effettivamente, solo insegnanti e ministri; cioè quel “per esempio” dovrebbe essere sostituito, nella prima interrogazione, da un “esclusivamente”. Un console, invece, che rappresenta il nostro Stato all’estero, può, se capisco bene, fare e dire quello che gli pare; compresi saluti romani e slogan fascistoidi. Se qualcuno si fosse perso le gesta del beniamino dei nostri deputati interroganti, eccolo servito:

Vabbè, contento lui!

Ma mi piace concludere con una citazione dalla recente interrogazione. Scrivono i nostri politici:

il Fronte della Gioventù è stato dagli anni Settanta al 1996 l’organizzazione giovanile di un partito legittimamente costituito, presente in Parlamento e nelle istituzioni repubblicane di ogni livello e grado, contribuendo alla vita democratica e allo sviluppo del Paese. In questa organizzazione, frequentata da centinaia di migliaia di aderenti e militanti, si è formata parte importante della classe dirigente (politica, amministrativa, imprenditoriale, culturale) della nostra Nazione, compresi gli interroganti e – non ultimo – il Ministro degli affari esteri pro-tempore dal 2004 al 2006 e attuale terza carica dello Stato, che ne è stato segretario nazionale dal 1977 al 1988 -:

Ecco, sul “si è formata parte importante della classe dirigente (politica, amministrativa, imprenditoriale, culturale) della nostra Nazione”, farei notare agli interroganti che la parte della classe dirigente da loro citata (a partire dagli interroganti) è probabilmente une delle parti peggiori della nostra classe dirigente.

Su quel “dire e non dire” finale (prendendo a esempio l’odiato “traditore” Fini senza nemmeno citarlo, ma perdendosi in perifrasi ridicole): beh, direi che non ci sono parole, il livello di infantilismo uno spasso.

Ah, beato il nostro Paese che vanta una classe dirigente simile…




    Lascia un commento

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: