E adesso, chi glie lo dice ai destrini?

silvio88_big11

Urge, urge davvero l’aiuto di un’anima pia.

Mi chiedo: ma chi glie lo dice, adesso, ai vari Crosetto e Meloni; e a Bolzano, chi glie lo dice ai Minniti e Holzman e giù giù gli altri; chi glie lo dice che i loro partitelli (nati nello spazio di una notte e che, probabilmente, dureranno poco più di un paio di stagioni), che i partiti nei quali si sono rifugiati, sostenendo di non poterne più di Berlusconi, di andarsene per ritrovare i valori della destra, per fare pulizia morale, perché loro vogliono rinnovare i veri valori della destra; insomma, chi glie lo dice che i loro partitelli sono aggregati a un partito (quello dal quale sono andati via) che già nel simbolo ha la dicitura “Berlusconi presidente”?

Eh, chi glie lo dice?


  1. Mi hai preceduto! Stavo per inserire un commento simile…Ho visto il logo con la scritta “Berlusconi Presidente” ed ho anche visto le proposte di ricandidatura per Cosentino e Dell’Utri, pazzesco! Voglio proprio vedere cosa diranno ora ai loro elettori tutti i vari dissociati (ovviamente dissociati solo ex post, quando ormai….). Poveri giovani, con questi esempi! Venerdì ho assistito alla proiezione in biblioteca del film “Le mani sulla città” di Francesco Rosi, purtroppo ancora di grandissima attualità, considerata l’assoluta assenza di etica che contraddistingue il comportamento di buona parte dei politici che hanno governato, sia a livello nazionale sia a livello locale. Erano presenti alla proiezione del film anche alcuni ragazzi, da poco maggiorenni, che mi hanno confidato di non essere interessati alla politica perchè a loro i politici non piacciono…sono preoccupati perchè dovranno andare a votare, ma dicono di essere un po’ confusi…come dar loro torto…. Penso, tuttavia, che parlamento.openpolis.it sia uno strumento utile per aiutare la memoria, per non dimenticare e, dove possibile, anche per distinguere il diverso comportamento degli eletti; allora con riferimento al tuo post precedente, dove accenni ai 315 parlamentari che hanno votato sul caso Ruby sostenendo la ridicola tesi della nipotina di Mubarak, con il solo obiettivo di rendere il tuo blog un po’ più educativo, ricordo ancora il link relativo alla votazione:
    http://parlamento.openpolis.it/votazione/camera/caso-ruby-negare-la-competenza-della-procura-di-milano-doc-iv-n-13-bis-a/35612
    P.S. hai visto che progressi col sia…sia…? Ciao Stefania

  2. Bisognerebbe prendersi la briga e ricordare tutte le dichiarazioni che i destrini che si dicevano stanchi del berlusconismo hanno rilasciato in questi mesi.
    Si potrebbe partire con un movimento che si autoproclamava qualcosa come “Ripartiamo da zero” (ci trovavi Meloni, Holzmann, ecc.). Hanno cominciato dicendo: È ora di cambiare, basta candidati inquisiti, veline e calati dall’alto. E ora si trovano in una coalizione con “Berlusconi presidente”, alleati con i soliti Cosentino, Dell’Ultri, ecc.
    Poi è stata la volta della pagliacciata delle primarie del PdL: neanche sono riusciti a farle per finta.
    Poi è stata la volta di tipi come Minniti: basta, dice, o Berlusconi se ne va, o me ne vado io. Se ne va con Storace, e già il giorno dopo Storace si accorda per le regionali del Lazio. Glie lo fai notare e lui ti dice che è Berlusconi che appoggia Storace, non c’è nessun problema. Ora sta in un partito che è in una coalizione che dice “Berlusconi presidente”: cosa dirà, ora?
    E poi i vari Holzmann: loro, dicono, in questi anni hanno dovuto ingoiare molti rospi, solo per fedeltà al suo gruppo parlamentare ha votato certe cose. Ora è disgustato della politica, dice che se ne va. E che quando sarà un uomo libero finalmente dal carico parlamentare, allora potrà finalmente parlare, dire quello che fino a ora ha taciuto (a proposito: ma cosa deve dire? e quando si decide a svuotare il sacco?). Ma già il giorno dopo dice che no, si ricandida per portare avanti un ideale e per rilanciare i veri valori della destra (quali sono? Boh…). E ora è candidato in un partito farlocco che sta in una coalizione che dice “Berlusconi presidente”: ah, i veri valori della destra!
    Ho presente le dichiarazioni di una consigliera comunale del PdL di Bolzano. Diceva: Ah, una con la mia cultura politica (!) ha dovuto in questi mesi vergognarsi un sacco per quello che veniva fuori dalle intercettazioni sulle “cene galanti” ad Arcore. E ora, eccola lì, in un movimento che sta in una coalizione che dice “Berlusconi presidente”.
    Ma, dico io: ma non si vergognano almeno un po’? Ma con che faccia si presentano ai loro elettori? Ma non hanno problemi a guardarsi nello specchio loro stessi?

  3. Guarda caro che stiamo parlando di persone che hanno ampiamente dimostrato di non vergognarsi proprio di nulla. È innutile. Stanno già così in basso che non possono proprio vergognarsi. Anzi. Secondo me più vengono rotolati nel fango e più ci godono.

  4. E’ incredibile! Leggo ora che domani gli avvocati di Berlusconi potrebbero presentare la richiesta di legittimo impedimento relativamente al processo Ruby; così almeno leggo sul sito “La Repubblica” : “MILANO – L’attesa testimonianza di Ruby al processo che vede Silvio Berlusconi imputato per concussione e prostituzione minorile potrebbe slittare ancora. Domani, alla ripresa del dibattimento, i legali dell’ex premier dovrebbero chiedere ai giudici del Tribunale di Milano il legittimo impedimento per il Cavaliere, motivandolo con gli impegni elettorali del loro assistito. Inoltre, al Tribunale proporranno la sospensione delle udienze fino alle elezioni. fino alla fine della campagna elettorale per legittimo impedimento”.
    Ti rendi conto? Sono disgustata!

  5. Una commedia di infimo ordine.
    Riporto l’inizio di un articolo dell’Alto Adige di soli cinque giorni fa; e la fine, per vedere chi sono questi destrini campioni di coerenza:

    Il passo indietro di Berlusconi come candidato premier li ha convinti. Gli eletti del Pdl vicini a Giorgio Holzmann hanno superato i dubbi iniziali e si avviano all’adesione a Fratelli d’Italia […] ci saranno Tomada, Sigismondi, Bertolucci, Massimo Berloffa, Pontecorvo e Ponte.
    fonte: http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2013/01/09/news/fratelli-d-italia-pronto-per-il-debutto-in-comune-1.6322141

    Eccoli, quelli che li ha convinti il passo indietro di Berlusconi: sono entrati in una partitucolo (che sparirà da qui a qualche mese) che alle elezioni politiche appoggia il PdL “per Berlusconi presidente”.
    Ma sentiamo direttamente le loro voci, solo qualche giorno prima:

    Racconta Christian Bianchi: «Sono andato, ho ascoltato Holzmann e non posso dire di essere convinto. […] Per il momento non è chiaro se è un movimento che finirà per appoggiare Berlusconi candidato premier. Fosse così, mi guarderei bene dall’aderire»
    fonte: http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2012/12/29/news/holzmann-lasciato-solo-dal-suo-gruppo-1.6267550

    Era il 29 dicembre, nemmeno un mese fa.
    E nello stesso articolo, ecco le dichiarazioni di un’altra campionessa di coerenza:

    La consigliera comunale Mariateresa Tomada conferma lo smarrimento del cosiddetto gruppo Holzmann, che ha incassato anche il passaggio di Mauro Minniti alla Destra di Storace: «Siamo troppo scottati da quanto è successo negli ultimi anni, a partire dal governo Berlusconi, che ci ha sistematicamente ignorato, concedendo favori alla Svp. È ovvio che non possiamo seguire in massa Holzmann nel Centrodestra nazionale. Prima ci si dica per cosa è nato questo movimento. Se è una operazione di corridoio, concordata con Berlusconi, non mi interessa. La mia proposta è semplice: saltiamo un giro.Non presentiamoci alle elezioni nazionali, osserviamo come procede questa avventura di La Russa, e poi decidiamo»

    Parole che, lette oggi, scatenano l’ilarità più irrefrenabile. E solo dieci giorni prima, ecco cosa dichiarava:

    Maria Teresa Tomada annuncia. «Non entrerò in Centrodestra nazionale, è una operazione di mera facciata. Il punto non è lasciare il Pdl o meno, ma chiudere con Berlusconi. La Russa invece fa capire che seguirà la corrente dell’ex premier».
    fonte: http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2012/12/19/news/holzmann-lascia-il-pdl-basta-seguo-la-russa-1.6224170

    Notevole, no?
    Maddai, lasciamo stare i fanti, andiamo a vedere uno che fino a pochi giorni fa è stato presidente del Consiglio provinciale di Bolzano (stesso articolo del 19 dicembre):

    Resta sul freddo anche Mauro Minniti: «Prenderò la mia decisione entro Natale. Alcuni punti sono già chiari. Dico no al Pdl e no a un candidato che si chiami Monti o Berlusconi».

    e il suo ex amico Holzmann?

    Holzmann ammette che questo è il punto debole della operazione: «La legge elettorale costringerà il nuovo movimento ad appoggiare una coalizione. Non potendo essere Bersani, dovrà esser qualcuno di centrodestra. Se il candidato premier fosse Berlusconi, allora io di sicuro non mi candiderò. L’aspetto positivo è che il movimento si arricchirà di persone interessanti come Giorgia Meloni e Guido Crosetto»

    Solo cinque giorni prima, il 14 dicembre, ecco le dichiarazioni di Holzmann riportate dal solito Alto Adige:

    «Non ho voglia di tornare in Parlamento. Non in queste condizioni, non per assecondare ancora le stupidate di Berlusconi, compresa l’ultima, il suo invito surreale a Monti a candidarsi in una coalizione che arrivi fino alla Lega.[…]».
    fonte: http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2012/12/14/news/holzmann-vado-via-da-roma-gli-scatoloni-sono-gia-pronti-1.6191764

    Evidentemente un mese esatto dopo, il fatto di essere in una coalzione che coprende una dozzina di partiti, compresa la Lega, che appoggia un simbolo che dice “Berlusconi presidente” (che comunque, esplicitamente dice che farà il ministro dell’Economia; ma m’immagino che prenderà, ad interim, anche il premierato), non gli dà più tanto fastidio.
    Stesso giorno, stesso articolo:

    Mariateresa Tomada […] ribadisce: «Non ha senso aspettare i romani. Facciamo la nostra lista civica. Se Centrodestra nazionale nasce per sostenere la candidatura di Berlusconi , allora me ne sto a casa»

    Solo un mese fa, un mese fa! Che offre molto materiale interessante:

    Duro anche Christian Bianchi (Laives): «Non sono per nulla soddisfatto di un eventuale ritorno di Berlusconi. Speravo in un partito che si sapesse rinnovare e mettere in discussione».

    Un eventuale ritorno di Berlusconi! Ahahahaha. Ora Berlusconi va in TV da candidato premier, ha aggregato un’accozzaglia di partitucoli attorno al simbolo “Berlusconi presidente”, e lui sperava in un partito che si sapesse rinnovare e mettere in discussione! Però, pare, anche se le sue speranze sono andate disilluse, non per questo, pare, ha evitato di saltare sul carro dei Fratelli d’Italia.
    E non serve andare più di tanto indietro nel tempo: il 9 dicembre un articolo dell’Alto Adige si intitola nientepopodimeno che “Gli ex An: Mai più con Berlusconi”. Ed eccoli tutti schierati con dichiarazioni da duri e puri:

    Ha aperto la strada il consigliere provinciale Mauro Minniti con un semplice: «Basta così. Se ci sarà ancora Berlusconi, non ci sarò più io»
    fonte: http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2012/12/09/news/gli-ex-an-mai-piu-con-berlusconi-1.6171251

    E via con le danze:

    Il consigliere comunale Fernando Pontecorvo […] si sfoga: «Non spenderò una sola ora della mia vita professionale o privata per una campagna elettorale che veda Berlusconi candidato premier. […] Ormai non è nemmeno più una questione di politica, ma di dignità personale. Capisco Crosetto che abbandona una trasmissione televisiva: cosa possiamo dire agli elettori. E soprattutto, cosa possiamo dire alla nostra coscienza? […]». Sul da farsi Pontecorvo rinvia: «Certe scelte vanno prese a bocce ferme. Nel giro di poco si capirà se effettivamente Berlusconi sarà candidato e se ci sarà un nuovo partito.

    Già. Cosa potrà dire agli elettori? Ma soprattutto, cosa potrà dire alla propria coscienza? Meglio non saperlo, va’.
    E vai con la solita durissima e purissima, la campionessa di coerenza per antonomasia:

    Mariateresa Tomada non ha bisogno di tempo e incalza i colleghi: «[…] Meno male che Minniti si è espresso chiaramente. Vedo poca gente, a Bolzano come a Roma, che ha il coraggio di prendere la situazione in mano. Mi sono rotta di Berlusconi. Gente con la mia cultura politica ha passato mesi di inferno con lo stillicidio quotidiano dei verbali delle “cene eleganti” di Arcore. In ottobre finalmente ha detto che faceva un passo di lato, adesso ribalta il tavolo. Berlusconi ha avuto grandi anni, ma deve capire che la sua stagione è terminata»

    Ahahahaha! Ci sono commenti da fare? Meglio di no, va, non ne vale la pena.
    E infine:

    Il capogruppo Paolo Bertolucci ha appena vissuto l’uscita di Giuseppe Bellomo, passato al gruppo misto: «In Alto Adige siamo esasperati. Se torna Berlusconi la situazione sarà ancora più grave e dovremo pensare a una alternativa. L’opzione più difficile sarebbe stare in un Pdl con Berlusconi candidato premier e Michaela Biancofiore che a Bolzano detta l’agenda politica»

    Mamma mia, che spettacolo!
    Chiudo qui, si potrebbe continuare all’infinito; ma mi sono rotto di occuparmi di simili sciocchezze.

  6. E adesso devono stare anche zitti, non possono neanche prendersela con il giustizialismo, “l’anomalia italiana”. Ti immagini come avrebbero reagito se la mancata concessione del legittimo impedimento per motivi elettorali del loro candidato presidente si fosse presentata un anno fa, anzi, qualche mese fa? Ora è rimasto solo Ghedini ad affermare: “Con questa decisione il Tribunale è intervenuto pesantemente nella campagna elettorale”…..tutti gli altri per ovvi motivi non possono far altro che tacere.

  7. Sai qual è il guaio, Stefania, al di là di tutto? Che anche a queste elezioni Berlusconi farà il botto. È comprensibile, ‘sta cosa? È possibile? In Italia sembra di sì. E la cosa è, direi, inquietante: siamo una democrazia, che evidentemente ha un funzionamento un po’ anomalo.

  8. No, io non credo che farà il botto, non credo che prenderà tutti quei voti dei lavoratori che aveva preso in passato, non credo proprio che chi sta subendo e pagando in prima persona la crisi si metterà ancora nelle mani di chi, lui e i suoi simili (compresi i dissociati ex post di cui sopra), sono andati avanti senza pudore, negando ogni evidenza e fingendo che tutto in realtà andasse bene, prendendosela con la Magistratura e con chi, osando parlare di crisi, rischiava di condizionare così il comportamento in termini di consumi della gente comune. La logica di causa effetto è stata non solo negata, ma addirittura paradossalmente invertita. Comunque non credo neanche che prenderà i voti della realtà imprenditoriale onesta e seria, perchè sicuramente il suo governo non si è contraddistinto per politiche di sviluppo economico, non ha aiutato la ripresa, anzi….Ti ricordi quante volte il mondo degli imprenditori si è pronunciato contro le sue scelte? Questi sicuramente sosterranno l’area Montiana. Ovvio che avrà il sostegno invece dei suoi simili, degli impresentabili per vari motivi, di quelli cioè che privi di capacità, onestà e quindi credibilità, non hanno alternative….Quindi io non mi preoccuperei più di tanto per lui e gli altri faccioni (i dissociati ex post..); spero, però, che chi sta subendo la crisi non ricada nella trappola del “voto sprecato” e sia in grado di dare fiducia a chi, lontano dalla logica della poltrona ad ogni costo, è stato sempre coerente, anche sapendo che questo avrebbe comportato un’esclusione dal Governo. In poche parole non voglio una campagna improntata al timore del ritorno di Berlusconi, che per questo spinga ad accettare compromessi o persone che non mi piacciono per niente. Io non temo Berlusconi, è finito, e tanto meno temo i dissociati ex post, persone che ritengo anche peggiori di lui, che pur di mantenere la poltrona, hanno dimostrato di essere sempre fedeli a lui, comunque (ovviamente quando aveva il potere, salvo poi….rimando al tuo post). Non so se mi hai capito e non so cosa ne pensi tu della trappola del “voto sprecato”, questa sì che mi preoccupa! Lascia perdere i sondaggi….

  9. Ma io non lo dicevo perché ho letto dei sondaggi, figurati. Lo dico perchP mi sembra che questo Paese non riesce proprio a farne a meno, del fascismo.
    Tu dici che i lavoratori, chi paga la crisi, ecc. non voteranno chi li ha portati nel baratro. ma tu pensi che, nel sentire comune Berlusconi viene visto così? Dopo di lui c’è stato, a mio parere, il governo più classista, più di destra e più fascistoide che abbiamo avuto (mi riferisco a Monti, ovviamente). Berlusconi ha facile gioco a convincere che non è lui la causa del disastro, ma chi lo ha seguito; e proporsi ancora una volta come l’uomo della provvidenza.
    Ricordo una cosa: il governo Monti è stato il governo con il maggiore consenso parlamentare della storia repubblicana. In nome del “lo facciamo perché ce lo chiede l’Europa” o “lo facciamo perché sennò falliamo”, ha potuto avere il sostegno in Parlamento di TUTTE (o quasi) le forze politiche. E ha portato avanti delle scelte in assoluta continuità con il governo precedente, che TUTTI hanno appoggiato. PdL e PD hanno appoggiato questo governo, non dimentichiamolo (anche a proposito del tuo discorso sul “voto sprecato”).
    Secondo me, poi, il tuo discorso è eccessivamente ottimista. Ti sembra che le elezioni si decidano, ultimamente, con lo spirito critico? Certo, c’è una parte di elettori che vota con cognizione di causa. Ma l’ago della bilancia lo fanno sempre quelli che votano di pancia, quelli che guardano la TV e votano quello che gli fa un’impressione migliore.
    Le prossime elezioni, a mio parere, saranno del tutto inutili. Anche perché, guarda caso, tra le tante cose che da anni i governi dicono che è urgente fare, guarda un po’ non hanno cambiato la legge elettorale. Monti, che ha fatto tutto quello che voleva (perché, appunto, godeva di una maggioranza parlamentare incredibile), non ha fatto una nuova legge elettorale, ma appena è entrato in campagna elettorale si è affrettato a scrivere su Twitter che la prima cosa che farà quando sarà capo del governo (e io penso che lo sarà davvero) è cambiare questa indegna legge elettorale. Le elezioni saranno inutili perché ci sarà, sostanzialmente, una situazione ingovernabile. Allora si tornerà a cercare le grandi coalizioni, e quindi saliranno al potere i soliti (cioè quelli che governano questo paese dal dopoguerra, senza sostanziali interruzioni), e noi continueremo a voltolarci nel fango.
    Questo io penso. Anche se poi, è ovvio, spererei di avere torto. Ma purtroppo non mi sembra ci sia lo spazio per l’ottimismo.

  10. Oh, a proposito di “fare il botto”: stranamente oggi questo misero blog sta registrando più visite del solito. Ora stiamo a circa duecento, ultimamente mi attestavo su una media dei 150 clic al giorno. L’ultima colta che ho notato un aumento di visite, poi ho scoperto che era perché una settimana prima un deputato che non sapeva cosa fare mi aveva fatto una interrogazione parlamentare e una agenzia di stampa aveva ripreso la notizia. Speriamo che non ci sia un bis, vala’.
    Mi consola che tantissime visite di oggi sono qui per la ricerca della parola “samurai” (più di 90). A meno che dal Giappone non stia partendo un qualche drone per farmi fuori, direi che posso dormire sonni tranquilli. O almeno lo spero…

  11. Ah, faccio notare che oggi Monti ha (giustamente) dato del “pifferaio magico” al Berlusca, attribuendogli la colpa delle tasse alte. E vabbè, se la giochino tra loro, questa partita.
    Ma la cosa che mi ha colpito è che ha detto: Niente patrimoniale. C’è ancora qualcuno che ha dei dubbi su questo governo (che sarà anche il prossimo)?

  12. Allora, intendiamoci, io quello che ho scritto, l’ho scritto prima ancora di leggere che Bersani dopo le elezioni fosse disponibile ad un’apertura con Monti ….Non è che la cosa mi stupisca, sai. E ovviamente le mie perplessità sul voto “utile” o “sprecato”, a seconda dei punti di vista, erano proprio riferite a questa situazione, nel senso, cosa cambia per la gente comune, cosa cambia per quelli che hanno il problema di arrivare a fine mese, o che comunque sopravvivono in maniera anche dignitosa, lavorando e pagando tutte le imposte come lavoratori dipendenti, penso a TUTTI I LAVORATORI dipendenti, a quelli, ancora fortunati, che per il momento hanno ancora un contratto a tempo indeterminato, o a quelli che sono assunti invece con contratto a tempo determinato, o con contratti del tipo “job on calling” , “su chiamata” et similia, frutto della Legge 30/2003, così detta Legge Biagi, che devono essere sempre disponibili e reperibili, che non hanno nessuna certezza, che non possono ipotizzare uno scenario per la loro vita futura, penso ai ricercatori universitari, penso ai precari della scuola, precari da 10,15, anni…, ma penso anche al numeroso popolo delle Partita IVA, frutto anche loro, in maniera indotta, della Riforma del Lavoro, ma ovviamente penso anche a tutti quelli che nel frattempo, fra un bunga bunga e le lacrimucce della Fornero, il loro lavoro lo hanno già perso, ecco per loro, per noi, cosa cambia se al Governo c’è la destra o una pseudo sinistra che già apre a Monti ? (Berlusconi, neanche lo considero….) . Cosa cambia? Assolutamente niente! E allora sono un po’ scettica sui sondaggi che vengono pubblicizzati anche da chi ha interesse che il timore del ritorno di Berlusconi possa aiutare quella pseudo sinistra…Io non ci sto! Io ripeto, penso che Berlusconi sia FINITO, lui e tutto il suo seguito. Nel mio piccolo ho tanti segnali in tal senso; é vero che se dovessimo basarci sulle dichiarazioni di voto, non si riuscirebbe a capire come sia arrivato al Governo uno come Berlusconi; tutti dicono di non averlo votato….ma adesso è diverso, adesso chi lo ha votato, anche vergognandosi, senza il coraggio di ammetterlo, ha pagato per quel voto e quindi, perchè dovrebbe votarlo ancora, non parlo di persone dell’entourage, impegnati in politica, lì pronti comunque a prostituirsi (anche nel vero senso della parola), perchè in attesa dei regalini o della poltroncina….parlo invece di LAVORATORI VERI. Ho appena visto a 8 e 1/2, nel programma della Gruber, Ingroia e La Russa; La Russa era in grosse difficoltà, anche sul nome del futuro premier…Sanno benissimo che è impresentabile. non essere pessimista! Fidati, non sono degni neanche del tuo pessimismo!
    P.S. Mi fa molto piacere che il tuo blog abbia visite crescenti, ma penso proprio che tu possa dormire tranquillo, dopo la figuraccia che ha fatto Holzmann!!
    Caio Stefania

  13. Sto sentendo Vendola a PIAZZAPULITA in difesa dei Contratti collettivi di lavoro….vorrebbe cambiare la legge Fornero, che ingenuo, eufemisticamente parlando ovviamente. Sa benissimo che questo è improponibile nella coalizione in cui si trova lui, pronta ad aprire a Monti.

  14. Ed eccoli qua, tutti i duri e puri di cui sopra, schierati per le elezioni politiche:
    http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2013/01/15/news/fratelli-d-italia-lancia-i-consiglieri-comunali-pdl-vertice-a-roma-1.6356223
    Viva “Berlusconi presidente”, viva la coerenza dei destrini!




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: