Io dove sono?

vous-etes-ici

Ho appena fatto il test di OpenPolis “Voi dove siete?” (qui).

Il risultato è qui (sono visibile sotto la sigla “giat”).


  1. Rocco S.

    C’è una certa Concetta che, pur di poter essere trombata, ha dichiarato che si candida…

  2. Alcune domande:
    – ma chi sei tu, che ti ammanti di un nome (con tanto di email falsa) che testimonia di un complesso di inferiorità piuttosto evidente?
    – perché fai giochini di parole così puerili (e scurrili)?
    – ma chi è questa “certa Concetta”?
    – ma, soprattutto: cosa c’entra con me e con questo post?

  3. Mi sembra che tu sia circa nella mia stessa posizione.
    Teoricamente, entrambi abbiamo questa scelta a disposizione:
    – Sel
    – Rivoluzione civile
    – M5Stelle
    Per il terzo non voterei per il populismo che caratterizza il suo leader e l’ambiguità nella gestione del partito (che, a tutti gli effetti, mi sembra un po’ un partito “padronale”). Ma sarei contento che avessero una ampia rappresentanza: forse (ma forse) riusciranno un po’ a scardinare le logiche della politica sclerotizzata. E sarebbe un’ottima lezione per alcuni partiti (che, in un certo senso, sono i responsabili della ascesa di quel movimento, non avendo mai voluto affrontare le problematiche avanzate).
    Di Rivoluzione Civile non mi convincono alcune scelte (e, devo dire, Ingroia che sia candida a Palermo secondo me si poteva evitare).
    Di Sel mi convince la persona scelta nella circoscrizione nella quale voterò (Florian Kronbichler).
    Quindi alla Camera voterò Sel. Al Senato ancora non ho ben definito la questione.

  4. gadilu

    Anch’io voterò Sel alla Camera (Flor) e al Senato non ho ancora definito bene la questione.

    P.S. Hai visto chi hanno nominato coordinatore provinciale del Pdl? Il nostro amico Alessandro Bertoldi!!!🙂

  5. Da una parte mi dispiace “occupare” il tuo blog con le mie opinioni personali ma, visto che hai fatto osservazioni sulla scelta che noi abbiamo a disposizione, allora…:
    Mi vedevo un po’ persa sulla mappa di Openpolis, ma
    1) Sicuramente non voterei M5Stelle per motivi analoghi ai tuoi.
    2) Evidentemente io non voto dove voti tu, infatti nel mio “Collegio” non sono presenti candidati SEL.
    3) Mi piacciono le proposte di Rivoluzione Civile e anche diversi nomi presenti nella lista per la Camera. Per quanto riguarda il mio Collegio senatoriale, la scelta è ancora più facile: Luigi Casanova senza alcun dubbio! Di’ la verità: tu voteresti Tonini?
    Ciao e scusami se ho approfittato, ma mi hai quasi invitato…

  6. @ Gabriele: mannaggia, per una volta voteremo la stessa cosa😉 Magari sentiamoci per definire la questione Senato, così facciamo l’en plein. Anzi, magari possaimo presentarci assieme al seggio, travestiti dal gatto e la volpe…
    Oh, Aleberto, ciaoBerto!, Bertoldino il cacasenno. Si è fatto le ossa sul tuo blog, scrivendo i suoi commenti che erano un misto tra ingenuità e cecità. Ma era una forza, in fondo: un ragazzino di quindici anni che andava allo sbaraglio per difendere la sua ideuzza. ce be fossero, di giovani così (magari però non da quella parte, please).
    Ma non si creda, Alessandro Bertoldi è venuto pure su questo misero blog a commentare (molto attivo qui https://gattomur.wordpress.com/2010/03/08/candidato-sindaco-di-bolzano-per-il-pdl-grande-finale-con-televoto/ , dove aveva candidamente confessato di passare il suo tempo a dare voti multipli al suo beniamino Tagnin: e questa la dice lunga…).
    L’unica volta che ha dato ragione a Holzmann, purtroppo, è stata in occasione della mia interrogazione: sì, ha ragione Giorgio (proprio così lo aveva chiamato)! Insomma, lì un po’ mi era caduto.
    E poi quella dichiarazione assurda sui terroristi sudtirolesi e la tortura. Roba da matti, pensavo che fosse ormai bruciato. E invece, e invece, vedi: le vie del berlusconismo sono infinite! E arriva il momento per ognuno.
    Avanti AleBerto, che riempirà i giornali delle sue dichiarazioni. Per fortuna che è affiancato da due adulti che cercheranno di contenere la sua ingenuità. Speriamolo, va’.

    @ Stefania: non devi scusarti di nulla, qui ognuno può scrivere quel che gli pare, dichiarare ciò che vuole, ecc.
    Tonini, ovviamente, non lo voterei mai, nemmeno sotto tortura! E non voterei mai nemmeno il PD (e infatti non l’ho mai votato: mio grande motivo di vanto).
    Ciao.

  7. Ma, ma, ma: avevo lasciato Alessandro Bertoldi che era studente al liceo “Pascoli” di Bolzano (e in quella scuola ho avuto la cattedra fino all’anno scorso). Ora leggo che Alessandro Bertoldi è studente all’Istituto Marie Curie di Pergine (scuola nella quale attualmente insegno). Il mio dubbio ora è: ma cavolo, Bertoldi, ma mi stai seguendo?

  8. Ormai mi sto appassionando all’ascesa politica di ciaoBerto!. Riporto la sua biografia, direttamente presa dal suo blog
    http://aleberto.wordpress.com/chi-e-berto/

    Alessandro Bertoldi (Bolzano, 1994) é un giovane dirigente politico e rappresentante studentesco italiano del Popolo della Libertà (FI). Ad oggi Bertoldi é probabilmente il dirigente nel PdL a livello nazionale più giovane, dal 21 gennaio 2012 é Presidente nazionale dell’organizzazione studentesca scuola del PdL, Voce dell’Italia VIS studentesca. É inoltre Coordinatore provinciale della Giovane Italia (PdL) della Provincia autonoma di Bolzano, dove affronta quotidianamente pesanti battaglie a favore del gruppo linguistico italiano, per il quale chiede anche lo status di minoranza di secondo grado, inoltre noto per alcune frasi pesanti sugli ex terroristi locali. É infine attualmente dirigente onorario di Cuba Indipendente y Democratica e volto noto nella battaglia per i diritti umani dei popoli, specie di quello cubano. É considerato fortemente berlusconiano e molto vicino all’On. Biancofiore, nel febbraio 2012 ha avuto un incontro privato con il Presidente Berlusconi in Villa San Martino ad Arcore. Ha sostenuto alle recenti elezioni presidenziali russe Vladimir Putin direttamente anche attraverso convegni ai quali ha partecipato all’estero e in Italia e infine ha smentito ogni tipo di broglio. Bertoldi é stato dal marzo 2011 al gennaio 2012 Presidente nazionale di Studenti per le Libertà – Scuola, prima ancora Presidente regionale del Trentino Alto Adige per la medesima associazione e nel 2009 Presidente provinciale di Alternativa Studentesca per l’Alto Adige dallo stesso anno é responsabile giovanile di Forza Italia e poi del PdL. )

    Faccio notare alcune cose.
    Primo: tutti gli accenti sul verbo “essere” alla terza persona singolare (“è”) sono sbagliati., E già qui…
    E poi: sbandiera le “frasi pesanti sugli ex terroristi locali” (e sono frasi di cui vergognarsi, direi).
    Ancora: lui ha sostenuto Vladimir Putin. E lui, udite udite, ha “smentito ogni tipo di broglio”. Non si sa come abbia fatto, ma lui lo ha fatto: ha smentito, lui. Mah…
    Nella biografia sotto si dice:

    E’ inoltre impegnato per la causa della liberazione di Cuba dal castrismo-comunista e trai primi firmatari della lettera recapitata all’ambasciata cubana in Italia indirizzata a Fidel Castro con cui si chiedono maggiori diritti e la liberazione dei prigionieri politici cubani

    Fantastico! Dalla rivoluzione dei barbudos alla controrivoluzione dello sbarbado! Ma lui riuscirà anche in quello, me lo vedo già, a marciare su la Habana finalmente libertata e restituita allo statuis precedente (con un redivivo Batista, per di più).
    Il bello è che luio si preoccupa (giustamente) dei diritti dei dissidenti cubani; ma di quelli russi, nessuna parola…
    Viva ciaoBerto! La “mascotte del PdL di Bolzano” (lo ha detto la Biancofiore, questo)!

  9. Per chi si sia affezionato ad AleBerto e voglia ricordare le sue incredibili dichiarazioni sulla tortura ai terroristi sudtirolesi, consiglio un classico:
    http://sentierinterrotti.wordpress.com/2011/07/01/benzina-sul-fuoco-o-del-metodo-bertoldi/
    Con tanto di interventi del nostro beniamino.

  10. Allora, non conoscendo questo ragazzino ho ritenuto opportuno, visto l’importante ruolo a lui assegnato, cercare qualche informazione su di lui sulla rete; in poco tempo ho trovato tanto materiale….cosa dire, commentare le sue affermazioni, metaforicamente parlando, è come si suol dire “sparare sulla Croce Rossa”, decisamente troppo, troppo facile ed io non sopporto chi se la prende con i più “deboli”. Tuttavia mi sento di dovere, e sottolineo di DOVERE fare un’unica osservazione leggendo il suo blog http://aleberto.wordpress.com/ : in un suo recente post il ragazzino pubblica un volantino nel quale si afferma: “Rispettare la Costituzione è un dovere” e ovviamente sono pienamente d’accordo con lui, ma, poverino, gli diranno i suoi due tutori che forse è meglio che questo invito lui lo rivolga al suo leader? E poi, visto che nello stesso volantino, dopo il richiamo al primo comma dell’art. 41 della Costituzione Italiana, (“L’iniziativa economica privata è libera”), lo Stato viene presentato come “parassita della società”, mi sento sempre in DOVERE di fargli presente che lo stesso articolo 41 della Cost. così recita nella sua versione integrale: “L’iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana. La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali. ” Non so, mi viene da pensare al “modello” del sistema sanitario lombardo, mi viene da pensare quindi a Formigoni, poi a Fitto, poi al mito di questo povero ragazzino, Berlusconi, che sostiene che le tangenti siano “normali” . Sono convinta che l’iniziativa economica privata debba essere indirizzata a fini sociali , non debba recare danno alla libertà e che debba essere pertanto LIBERA DA TANGENTI!! E poi….e poi basta, proprio perchè non mi è mai piaciuto prendermela con i “deboli”.
    Io capisco che nel PDL sia abbastanza difficile (eufemisticamente parlando) trovare facce pulite e “candide”, tuttavia, come si fa a nominare come coordinatore del PDL Alto Adige un ingenuo ragazzino di 19 anni che afferma di essere berlusconiano da quando aveva 13 anni? Povera “creatura”! Infine io non so che corso frequenti al Marie Curie di Pergine questo ragazzino “simbolo della Berlusconi-generation”, come lo definisce Biancofiore (vedi link sotto), ma in ogni caso riterrei opportuno consigliargli un corso che preveda lo studio del Diritto, auspicando per il futuro del PDL una sana ventata di legalità, proveniente magari proprio da questo ingenuo ragazzino (sempre eufemisticamente parlando) che, come dice sempre Biancofiore, “da tempo era una sorta di mascotte del nostro partito.” Purtroppo temo però che il percorso di studi, a tal fine necessario, sia alquanto lungo….
    http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2013/02/15/news/a-19-anni-coordinatore-del-pdl-dell-alto-adige-berlusconiano-da-quando-ne-avevo-13-1.6539575

  11. Rocco S.

    e cosa centra Bertoldi invece con questo post?

  12. Ascolta: per prima cosa, qui tu sei ospite, e come tale dovresti mostrare maggiore rispetto. Vieni qu con un nick da imbecille (che ti definisce appieno: un complessato un po’ frustrato), alludi a qualcuno che non nomini (stile mafiosetto), e che, ripeto, nulla c’entra, mi sembra, né con me, né con questo blog, né con il post nel quale inserisci il commento. E già qui. Per sovrappiù, metti un indirizzo mail evidentemente falso (ed è proprio per estremo buon cuore che non ti butto direttamente nel cestino). E poi hai pure l’ardire di rompere i coglioni.
    Dunque, mettiamoci d’accordo: o ti comporti meglio e la smetti di fare il troll imbecille, o te ne vai da qualche altra parte.
    Messaggio ricevuto?

  13. Rocco S.

    Ooooohhhhhhh, che maschio che sei!!!!!

  14. “Io dove sono?” è il titolo di questo post. Ecco Bertoldi c’entra (non “centra”….) perchè per esempio io so che sicuramente sono e sarò sempre il più lontano possibile da chi pensa e si esprime così: “Infine ci tengo ad esprimere la nostra totale contrarietà alla tassazione IMU delle scuole e quindi anche di quelle private di matrice cattolica, in quanto svolgono un servizio sociale e le rette sono accessibili quasi a tutti, se si applicasse questa nuova tassa gli aumenti si riverserebbero sulle famiglie. Ottimo il proposito del Ministro di puntare sulle scuole tecniche-professionali, l’Italia non ha più bisogno di laureati ci servono artigiani e operai specializzati.”
    http://aleberto.wordpress.com/2012/02/29/bertoldi-vis-profumo-come-gelmini-ma-non-contestato-bene-operato-e-putare-su-tecnici-profes-no-imu-scuole/

    Quel “quasi” è emblematico sia della grossolana superficialità che contraddistingue le analisi socio-economiche di Bertoldi, sia del suo senso di equità sociale.
    Penso che anche la maggior parte dei suoi coetanei sia lontana dalla sua “particolare” posizione (sempre con riferimento al titolo del tuo post).




Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: