dis_fiume_07

Qualcosa prima o poi arriva… [leggi qui]

Annunci

[…]

milo_de_angelis

L’INCARICO ANNUALE

 

A volte si ritorna nella casa dei parenti
perché la vita è poca, come il denaro,
ma infinita è la graduatoria dei supplenti…
A volte, caso raro, nel pigolio della memoria
c’è una favolosa, puerile storia, un segreto
che si svela quando è tardi, con gli ultimi
coriandoli rimasti all’alfabeto.

 

Le cose di mio padre militare: le vidi in un comò, stile
Casa Reale, misero, solenne, senza età: buco temporale
tra i buchi delle marsine e dei foderi bordò.
Lunghi e neri guanti di damine, cannocchiali, cartine
militari disegnate da un artista, a ogni trincea un colore,
tutte cose che una volta furono leggenda e parabola
raccontate con amore a ogni cena, sedute a tavola
con noi bambini, la volpe del deserto, il Quinto Alpini,
stavano lì dentro, tra foulard di Hermès
e bottiglie di acquavite: più che mute, ammutolite.

 

Fu allora, papà, che sei caduto sul letto, con la testa
nel cuscino hai detto sottovoce che oggi è festa
e poi l’hai ripetuto, molte volte hai ripetuto
oggi è festa, oggi si festeggia il mio dentino muto.

 

[ Milo De Angelis, da Biografia sommaria, 1999 ]

bianmicQuelli del “Papi nostro”: Biancofiore e Micciché

monti

pecorella-8487_0x410

Per prima cosa, leggiamo una dichiarazione:

La storia della nipote di Mubarak? Sembrava una battuta alla Totò, un pasticcio all’italiana, facilmente verificabile, tra l’altro, nella sua grossolanità.

Continua a leggere »

testa[dal sito dell’Einaudi, qui]

Enrico Testa ha curato la pubblicazione di L’esistenza. Tutte le poesie 1980-1992, l’autore è però Alberto Vigevani. Qualcuno lo dica all’Einaudi, per favore.

Schermata

the-shadow-103244

Si avvicina l’estate, aria di smobilitazione anche nelle redazioni. Due notiziole per riempire un po’ di spazio, oggi sull’Alto Adige: Giorgio Holzmann ribadisce che non si presenterà alle elezioni provinciali (ah, che perdita!) (qui), Alessandro Bertoldi annuncia che non farà la maturità quest’anno (qui). Imperdibili! Continua a leggere »

[…]

mao_istituz

Questa volta il titolo PdL=Partito dei Linguisti non lo posso fare. Anche se, a dire il vero, stando al blog personale di Mauro Minniti, pare che faccia ancora parte del PdL (ci tengono proprio a una seria comunicazione online, questi politici!). Però Mauro Minniti è da sempre un esponente di punta dei partiti (visti i cambi di nome, bisogna usare il plurale) che a Bolzano dicono di difendere l’italianità. E sono spesso proprio loro, ahiloro!, a cadere sulla lingua italiana. Continua a leggere »

« Pagina precedentePagina successiva »