Posts Tagged ‘violenza’

 

Dunque, Romano La Russa, degno fratello di Ignazio, torna alla carica: il consiglio della regione Lombardia respinge una mozione di sfiducia per alcune sue gravi dichiarazioni omofobe; e lui rilancia (qui). Continua a leggere »

Ieri mi aveva molto colpito una dichiarazione del senatore Piergiorgio Stiffoni (qui). Continua a leggere »

La storia è di quelle bruttissime, come lo sono tutte quelle dove c’è di mezzo la violenza, e soprattutto quella contro le donne: una ragazza di 16 viene stuprata a Torino, quartiere Le Vallette. La visitano all’ospedale, certificano la violenza. Lei dice che sono stati due nomadi rom. La notizia campeggia su tutte le testate online nel pomeriggio. Poi, poco fa, la smentita dell’interessata: non era vero, ha avuto un rapporto con un ragazzo e si è inventata tutto. Continua a leggere »

[Sonic Youth, Tom Violence]

A Milano un gruppo di giovani picchia un taxista e lo riduce in fin di vita. A Roma, nel metrò, un giovane sferra un pugno in faccia a una donna, che sta morendo (qui il video). A Napoli un raid punitivo in un ristorante, ripreso dalle telecamere (qui).

In comune c’è questo: i “violenti” sono tutti italiani. Nel caso di Roma, la vittima è rumena. Ovviamente non serve a nulla dirlo, non cambia nulla nella gravità del fatto o nella percezione che possiamo avere di questi episodi. Ma facciamo un piccolo esercizio: Continua a leggere »

Continua il lavoro per un redivivo Lombroso. Ma anche per uno studioso degli usi della lingua. Leggiamo ad esempio le ultime gesta eroiche in Parlamento dall'”onorevole” Matteo Brigandì (in neretto le sue indimenticabili parole, con il ripristino delle parole effettive, censurate dal Corriere): Continua a leggere »

Un amico mi fa notare che ieri Travaglio ha fatto (ovviamente molto meglio di me) un bel patchwork di “violenza verbale” del Partito DelL’amore. Continua a leggere »

Se penso ad alcuni “politici” (come quello sopra) o “giornalisti” mi viene in mente la figura del killer professionista. Continua a leggere »

Ecco un altro ministro della nostra Repubblica (povera!). Si può sintetizzare il tutto nell’augurio che fa alla sinistra: “Vadano pure a morire ammazzati”.

Clima d’odio, spirale di violenza, cattivi maestri, bla bla bla bla, eccetera.

La rete è libera. E questo, oltre alla forza della libertà, porta anche, purtroppo, al residuo fecale: l’idiozia.

Non ho mai fatto un account in Facebook (con una vena di snobismo mi piace pensare di essere uno dei pochi), e penso che non lo farò mai. Continua a leggere »