La banalità del male

La notizia è ormai “vecchia” di 5 giorni, ma vale la pena ritornarci: l’ex leader dei serbi di Bosnia, Radovan Karadzic, è stato arrestato dai servizi segreti serbi dopo 13 anni di latitanza. Viveva in incognito a Belgrado. Sarà consegnato al Tribunale penale internazonale per l’ex Jugoslavia (Tpi), che l’ha incriminato per genocidio, crimini contro l’umanità e crimini di guerra durante il conflitto in Bosnia (1992-1995). È anche accusato di avere ordinato il massacro di Srebrenica, in cui sono morti ottomila musulmani.
Il settimanale Internazionale appena uscito in edicola traduce un editoriale della scrittrice croata Slavenka Drakulic, apparso sulla Süddeutsche Zeitung, dal titolo L’ora di Radovan Karadzic. Riporto un brano da questo articolo.

In questi anni, quando pensavo a Karadzic, mi tornava sempre in mente l’immagine di un documentario girato durante l’assedio di Sarajevo. Si vede Karadzic su una collina da cui i militari serbi bombardano la città. Con lui c’è un ospite, lo scrittore russo Eduard Limonov. Sarajevo assediata si stende nella valle ai loro piedi, possono vedere ogni edificio, ogni strada, ogni albero. Una posizione ideale per sparare. Vestito con un elegante cappotto nero, sorridente, Karadzic offre al suo ospite e amico un “passatempo speciale”, degno di un re medievale che decide della vita e della morte della gente. Offre a Limonov di provare a sparare da una mitragliatrice puntata sulla città. Per divertimento. Provaci, dice sfacciato, come se volesse sfidare Limonov. Come quando nei film un re offre a un ospite il proprio fucile per sparare a un animale feroce. Solo che sotto, nella città assediata, vivono persone, non animali. Limonov accetta la sfida e spara. Tutti sono contenti: anche se è uno scrittore, ha dimostrato di essere un vero uomo, come il loro poeta. […] Poi i due bevono sljivovica con i soldati, senza fermarsi a pensare se Limonov abbia colpito qualcuno.

Annunci



    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: