Posts Tagged ‘soldatini’

È morto don Verzè

[immagine da qui]

Tranquilli: tra tre giorni ritorna. Continua a leggere »

Annunci

Pensavo che Sacconi avesse dato il peggio di sé nel video riportato nel post precedente. E invece ha confermato la sensazione che al peggio non c’è mai limite. Continua a leggere »

Se capiste con che sguardo lui ci guarda
mentre noi stiamo suonando
e dal porto del suo cuore un bastimento
nella sera prende il largo.
Ha davvero dei begli occhi da aquilotto
il nostro amico Angiolino Continua a leggere »

Maurizio Paniz è molto peggio di chiunque altro: si presenta con questo aspetto rassicurante, il suo tono di voce è sempre pacato, non interrompe mai (o quasi mai). Argomenta. ARGOMENTA!

Sì, lui ha questo compito: va in giro a rappresentare la faccia buona di un potere marcio. Per ogni legge ad personam, per ogni porcata legislativa, arriva lui e c’ha la razionalizzazione. Fa un po’ quello che faceva prima Fini, insomma. Continua a leggere »

Vuole l’istituzione di una Commissione parlamentare d’inchiesta sull’imparzialità dei libri di testo. Semplicemente allucinante, soprattutto avendo ben presente una bella fetta di libri di testo che circolano nelle scuole. E poi basta con questa storia che ci sono i professori comunisti che vogliono indottrinare: per esperienza diretta posso affermare che è più diffuso il fenomeno di proselitismo da parte di colleghi di ispirazione cattolica, che spesso riescono a imporre pure i loro testi pubblicati da case editrici smaccatamente cattoliche (e che spesso sono delle vere e proprie ciofeche di libro).

Se volete poi leggere alcuni esempi di brani “condannati” dall’esperta in didattica della storia Gabriella Carlucci, leggetevi l’articolo del Corriere.

[ Nota 4.6.2011: Qui un articolo tratto da l’Unità. Faccio notare che tra i firmatari della proposta c’è anche Giorgio Holzmann]

«Bisogna respingere gli immigrati, ma non possiamo sparargli, almeno per ora»

E ricordiamoci che questo qui è stato pure ministro della giustizia del nostro povero Stato. E ora è viceministro e senatore. Tutto grazie a quella metà dell’Italia che non pagherà mai abbastanza per i vent’anni sciagurati che ci sta regalando.

Oggi, per la serie soldatini (non ancora pentiti: ma per quanto, ancora?), vorrei inventarmi il modello di un guerriero che combatte rintanato nella foresta, inconsapevole del fatto che la guerra è già finita (almeno speriamolo!); un po’ come quel soldato giapponese che, fedele alla sua educazione di samurai, stette nascosto per anni in un’isola sperduta del Pacifico, a tenere la posizione conquistata. Continua a leggere »

Chi è l’elettore berlusconiano? Ce lo spiega Nonciclopedia.

Ma ancor meglio è vedere l’elettore berlusconiano in attività. Oggi, a chi abbia ascoltato su Radio3 il filo diretto con gli ascoltatori di Ad alta voce, condotto questa settimana dalla direttrice dell’Unità Concita de Gregorio, è capitata questa esperienza memorabile. Continua a leggere »

[Gasparri in una delle espressioni più intelligenti]

Di certo Gasparri passerà alla storia: per avere dato il nome a una legge che, probabilmente, non ha nemmeno letto (essendo con ogni evidenza stata redatta interamente dall’ufficio legale della Fininvest). Continua a leggere »

Per comprendere appieno il valore del soldatino Stracquadanio, è sufficiente leggersi la biografia che gli dedica Wikipedia (qui).

Continua a leggere »